La Brand Experience offline e/o online è il cuore di ogni riflessione di marketing. Nonostance ciò, le aziende sembrano avere una visione piuttosto ristretta della Brand Experience mostrandosi poco abili nel guardare al di là del mercato e capire le tensioni sociali in atto. Ciò gli consentirebbe di capire come certe marche s’intrecciano con queste tensioni. Infatti, nelle società attuali le marche hanno assunto un ruolo così importante da staccarsi dalle aziende che le possiedono e che pensano ancora di poterle gestire. Le aziende, un po’ ingenuamente, sembrano non aver ancora realizzato che nel mondo di oggi possono controllare poco della vita culturale e sociale delle marche. Al contrario, proprio la comprensione del significato profondo della vita sociale delle marche permetterebbe una migliore comprensione della Brand Experience per i consumatori. Oggi, un’individuo puo avere un’esperienza con una marca sui media digitali senza mai comprare un prodotto o un servizio di questa stessa marca. La progettazione della Brand Experience deve essere fatta con meno arroganza e in un ottica di « brand sharing ». Casi aziendali di nuove forme di esperienze legate al brand riguardano Ducati, Lomography, La Scala, Shinola, Tough Mudder.

 Professor of Marketing at Kedge Business School Marseille

Professore di Marketing alla Kedge Business School Marseille dove tiene i corsi di “Cult Branding & Brand Community”, “Consumer Culture Theory & Ethnography of Consumption” e “Branding Strategies” ed è Visiting Professor all’Università Bocconi di Milano. È stato pioniere nell’indicare le evoluzioni degli approcci alternativi del Marketing. È suo il concetto di “Societing” che indica la sostituzione del mercato con la società come spazio d’azione per l’impresa. Ha teorizzato i modelli collaborativi tra clienti/consumatori e produttori. È nota la sua teorizzazione delle tribù di consumatori e del Marketing tribale, da lui stesso definito come “l’approccio mediterraneo del Marketing”. È conosciuto altresì per le sue ricerche sul Marketing B2B e sul Project Marketing. È autore di numerose pubblicazioni, tra le quali il volume in lingua italiana: “Marketing e competenze dei consumatori. L’approccio al mercato nel dopo-crisi”. È Chief Editor della rivista “Perspectives Culturelles de la Consommation”.