Il dato oggi è "centrale" ad ogni strategia comunicativa. Comunque, una corretta strategia data-driven non richiede solo strumenti informatici, più o meno sofisticati, ma una nuova "cultura del dato". Questa cultura dev'essere opportunamente diffusa a tutti i livelli in azienda per la corretta implementazione delle nuove strategie d'impresa. In questa giornata formativa introdurremo definizioni e tecniche di Big Data e Artificial Intelligence, la loro evoluzione e il loro attuale posizionamento. Discuteremo degli strumenti, piattaforme e tecnologie necessarie all'implementazione di tecniche di inferenza evolute da database di grandi dimensioni. Approfondiremo anche i limiti e le sfide che questa nuova rivoluzione e questi nuovi strumenti si portano dietro.

CEO e Co-Founder, Neodata Ricercatore presso Università di Catania, dipartimento di Scienze Politiche e Sociali

Giovanni Giuffrida vanta oltre 20 anni di esperienza, sia professionale che accademica, in Data Mining e soluzioni avanzate di database, oltre che una pluriennale e comprovata esperienza imprenditoriale. Ha co-fondato con successo Strategic Data Corporation (SDC) nel 1999 a Los Angeles (CA). La missione di SDC è stata lo sviluppo di tecniche di ottimizzazione per la distribuzione di pubblicità sul web. Giovanni ha svolto il ruolo di CTO della società dalla sua fondazione sino al 2003. SDC è stata venduta nel 2007 a Fox Interactive Media. Nel 2004 Giovanni si trasferisce in Italia dove ha co-fondato NEODATA Group, l’unica azienda italiana che ha implementato una piattaforma proprietaria per la distribuzione ottimizzata di contenuti pubblicitari sviluppata su misura per i nuovi media. Ad oggi, le soluzioni Neodata sono state adottate da alcune delle più significative aziende italiane quali RAI, Mediaset, Unicredit, Barilla e Repubblica. Giovanni è ricercatore presso il dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Catania dove insegna sistemi avanzati di dati per il supporto alla Computational Social Science. Giovanni ha conseguito un Ph.D. in Computer Science presso la University of California di Los Angeles (UCLA), un Master of Science in Computer Science presso l’Università di Houston, Texas, e una laurea breve italiana presso l’Università in Scienze dell’Informazione dell’Università di Pisa.