Negli ultimi anni la stampa è uno di quei mezzi, se non il mezzo, che ha saputo maggiormente innovarsi. Il primo mezzo ad integrarsi in uno scenario sempre più digitale, dando all'utente la possibilità di seguire l'evolversi della notizia nell'arco della giornata sulla piattaforma più consona al momento e al luogo di fruizione. Nasce così il concetto di PowerBrand, un sistema multipiattaforma che pone al centro il contenuto e l'utente che lo fruisce. Ciò che rende interessante l’utilizzo dei PowerBrand in comunicazione sono principalmente 4 punti chiave:  la modalità di fruizione: attiva e consapevole da parte del target  la qualità del target: rivolgendosi alla parte alto consumante della popolazione  la qualità del contesto: in grado di trasmettere valore all’inserzionista ospitato al suo interno  la qualità del contenuto: in grado di coinvolgere l’utente per tempi superiori alla media Questi elementi abbinati alla flessibilità del PowerBrand permettono di presidiare l'intero funnel di marketing portando risultati tangibili sui diversi kpi di marca.

Direttore Generale RCS Pubblicità, Ceo RCS Sport

Nato a Milano nel 1958. Sposato, con due figlie. Dall’ottobre 2006 è Direttore Generale Pubblicità del Gruppo RCS e dal 2018 Presidente di RCS Sport S.p.A., di cui è stato Amministratore Delegato dal 2014; ricopre anche la carica di Presidente di Fondazione Candido Cannavò e dal 2019 anche quella di Presidente di RCS Sports & Events S.r.l.. Dal settembre 2004 al settembre 2006 è Direttore Generale Consumer Magazines di Edizioni Condé Nast S.p.A., di cui è anche membro del Consiglio di Amministrazione. Negli anni da 1993 al 2004 ha lavorato presso la A. Manzoni & C. S.p.A., ricoprendo diversi incarichi fino a diventare nel 2000 Direttore Business Unit Stampa Nazionale. In precedenza ha lavorato in Mondadori Pubblicità, Publitalia e Leonardo Periodici.