Il marketing ha a che fare con l’economia. Il marketing ha a che fare con la società. Ma è la politica che ha cambiato il mondo. Il marketing management è una invenzione concettuale che si deve a un economista statunitense, Philip Kotler, che la formalizzò circa 50 anni fa. Il digitale esisteva ma non era di massa. All’epoca la domanda era strutturalmente superiore all’offerta; oggi, siamo nella condizione esattamente opposta, potenziata anche dalla digitalizzazione di massa. Così, i mercati di consumo vivono una condizione diffusa di buyer markets, in luogo di quella di vendor market che costituisce uno degli obiettivi del pensiero e azione di marketing. Analizzeremo lo scenario, per capire il film che stiamo vivendo e la grande discontinuità che ancora lo cambierà. Analizzeremo lo schema di marketing management classico, per carpirne il carattere e vederne i limiti alla luce della digitalizzazione di massa. Al centro del pensiero e dell’azione di marketing, oggi c’è la relazione –concetto complesso, fatto di nuovi strumenti, nuove culture, diverse priorità. Tags Scenario Marketing Market-ing Market-ing Il Marketing in 5 mosse, due metafore e una parola-chiave

Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese, PhD Sapienza, Università di Roma Luiss Business School, Roma e Milano

Maturità classica, laureato con lode in Economia e Commercio alla Sapienza, Ph.D. in Dottrine Economico-Aziendali, è dal 2004 Professore Ordinario di Economia e Gestione delle Imprese. Presidente Comitato Scientifico Eurispes, Past President della Società Italiana Marketing. Business Education: è coordinatore scientifico Marketing (Executive Education) presso Luiss Business School, Direttore del Centro di Ricerca e Alta Formazione Sanguis Jovis della Fondazione Banfi, Direttore del Master Digital Export Manager presso l’Agenzia ITA-ICE e Coordinatore del Master Universitario Marketing Management (www.mumm.it) presso la facoltà di Economia della Sapienza. Advisory: è partner dello studio Mattiacci&Partners, svolge attività per imprese, organizzazioni e professionisti su temi di marketing e comunicazione. Speaker in convention aziendali su scenari futuri di business ed evoluzione dei consumi nella società global-digitale. Consigliere di Amministrazione della Fondazione CUEIM e della Fondazione Daddario, membro del Comitato Scientifico della Fondazione Banfi, della Fondazione Qualivita e del progetto Treccani “Gusto”. Scientific Research: ha al proprio attivo oltre cento lavori su temi di marketing e strategie, sia nazionali che internazionali. La sua ricerca scientifica si esprime all’interno di alcune keyword: business di nicchia, consumi, brand, scenari di mercato e, come settori di focalizzazione: vino e food, turismo e tv industry. Partecipa alle attività di alcuni think-tank italiani: come socio ordinario ad Aspen Institute Italia e, più sporadicamente, I-Com, Cultura Italiae. Tiene una rubrica mensile di marketing per Harvard Business Review Italia e una settimanale divulgativa sull’economia in Leggo, quotidiano free press. Digital Touchpoint

  1. albertomattiacci.it
  2. @albertomtx
  3. alberto mattiacci
  4. alberto.mattiacci
  5. alberto.mattiacci@uniroma1.it