In un contesto di comunicazione che inverte e mescola i ruoli di scrittore e di lettore, e invita a una logica di reciprocità, e quindi di conversazione, la scrittura deve modificare i propri fondamenti. Semplicità ed efficacia, immediatezza e vicinanza, condivisione e viralizzazione: questi i nuovi capisaldi per scrivere social. La relazione che s’instaura nell’ambiente digitale presuppone infatti vicinanza e simmetria tra le parti, e la scrittura fa condividere informazioni utili a creare consenso, atteggiamento e tono favorevoli. Attraverso momenti di confronto ed esercitazioni concrete, i partecipanti sperimentano quanto la scrittura social può incidere nel costruire, alimentare, mettere a frutto le relazioni. Contenuti - Dalla reDazione alla reLazione: il carico emotivo nella conversazione online - Le abilità di base del business writing nell’ambiente social: che cosa resta, che cosa cambia - Reader focused writing: come scegliere la struttura e il registro stilistico più efficace  - il “metodo CRG”: calibrazione-ricalco-guida; tecniche per entrare in sintonia con l’interlocutore - Negotiating writing: valorizzare il disaccordo, gestire le negatività, creare empatia attraverso il linguaggio La scrittura sincrona e conversazionale: il nuovo impatto del fattore spazio/tempo

Socio, Palestra della scrittura 

Milanese, 1959, linguista. Ricercatore e allenatore di tecniche di comunicazione. Laurea in lettere, anni nel giornalismo e nella pubblicità. Autore di libri sulla scrittura professionale, tiene corsi per aziende ed enti pubblici, insegna all’università Iulm di Milano e alla Scuola Sant’Anna di Pisa. Nel 1998 ha studiato business writing a Boston (Usa), all'Università di Harvard, all'Emerson College e al Babson College. Da allora conduce una ricerca continua sulle più efficaci tecniche di comunicazione scritta sia per i mezzi classici sia per internet. Tra i temi di ricerca recenti: la scrittura per il web e per i social media, la comunicazione in ambito medico, l’uso dell’umorismo nelle situazioni di lavoro, la gestione dei conflitti, la negoziazione, la narrazione prefigurativa a sostegno del cambiamento. Nel 2005 con Paolo Carmassi fonda la Palestra della scrittura, un laboratorio di ricerca e formazione sul linguaggio.