L’istituto di autodisciplina pubblicitaria

 In Uncategorized

Quante volte ci siamo accorti di una pubblicità occulta in un film o ci siamo chiesti se, davanti alle stories di un’influencer, stessimo guardando un contenuto pubblicizzato o un semplice consiglio spassionato?

Tutte queste domande sono lecite e trovano risposta in un istituto della cui attività ci hanno parlato a lezione Vincenzo Guggino, Monica Davò e Salvatore Pastorello.

L’istituto in questione è lo IAP, Istituto di autodisciplina pubblicitaria e dal 1966 vigila sul comportamento di aziende, tutelando il consumatore da possibili scorrettezze presenti nei messaggi pubblicitari.

La comunicazione commerciale riguarda oggi da vicino la nostra vita e si manifesta non solo più nelle pause pubblicitarie durante i film alla televisione o sui cartelloni per la strada bensì in molte altre occasioni: durante un video su Youtube, mentre stiamo consultando un sito internet o mentre camminiamo per strada e ci viene consegnato un volantino. Questa attività è necessaria per le aziende per veicolare informazioni al pubblico ma deve avvenire secondo regole precise e nel rispetto di quest’ultimo.

L’interesse ad agire nella maniera più corretta possibile si manifesta anche da parte delle aziende stesse, molte delle quali hanno scelto di aderire volontariamente a questo regolamento e lo sottopongono a loro volta nei contratti commerciali con collaboratori tramite una clausola di accettazione del Codice di Autodisciplina.

Non è quindi solo il consumatore che riceve dallo IAP tutela per quanto riguarda le comunicazioni commerciali ingannevoli o offensive, ma le aziende che per prime richiedono il rispetto di una concorrenza leale nel mercato delle pubblicità e i mezzi di comunicazione che non vogliono farsi tramite di messaggi non graditi ai consumatori.

I vantaggi legati allo IAP sono:

  • L’indipendenza degli organi di controllo nelle figure del Giurì e del Comitato di Controllo che si esprimono sulla natura del contenuto pubblicitario
  • La trasparenza delle decisioni che sono gratuitamente consultabili sul sito dell’Istituto.
  • La rapidità nei giudizi che vengono espressi in pochi giorni lavorativi
  • L’efficacia della sanzione che porta all’immediata sospensione della diffusione del messaggio ritenuto scorretto
  • La flessibilità data da un continuo aggiornamento delle norme del Codice, di pari passo con il continuo evolversi della comunicazione e dei suoi strumenti
  • Il servizio di prevenzione che viene offerto alle aziende che hanno la possibilità di sottoporre la propria pubblicità non ancora diffusa al parere preventivo dell’Istituto.

Un ultimo aspetto importante dello IAP è l’accessibilità che viene garantita a tutti. Tramite il sito infatti i consumatori possono fare segnalazioni di pubblicità non espressamente dichiarate o ritenute inopportune e al tempo stesso le aziende possono consultare il Codice per aggiornarsi sulle regole previste per creare contenuti pubblicitari “onesti, veritieri e corretti”.

 

 

About Author: Marta Melatti

Mi chiamo Marta, ho ventisei anni e sono una neolaureata in Scienze Internazionali con indirizzo Diritti Umani all’Università di Torino, facoltà che mi ha dato l’opportunità di studiare i contesti internazionali da un punto di vista socio-politico, giuridico ed economico. Durante il periodo universitario ho scelto di mettermi alla prova e intraprendere due esperienze Erasmus all’estero, rispettivamente a Stoccolma per studio e a Bruxelles per lavoro. Da queste avventure ho imparato molto su me stessa e su quanto per me sia un valore collaborare con persone di diversa cultura e provenienza in contesti dinamici e internazionali. La mia curiosità e la voglia di imparare mi hanno portata a frequentare il Master UPA in comunicazione integrata al tempo del digitale che mi ha aperto gli occhi su un mondo fino ad ora per me inesplorato. Amo la montagna e la loro costante presenza nel panorama di Torino, sono come un abbraccio che mi accoglie quando torno a casa dai miei viaggi. Mi piace fare lunghe passeggiate che alterno a momenti di completo ozio sul divano. View all posts by

Recent Posts

Leave a Comment